Olio di Argan: dall’Albero della Vita alla Cosmetica

Argania Spinosa

L’Argan o Argania Spinosa è un albero endemico del Marocco e dell’Algeria appartenente alla famiglia delle Sapotaceae, una famiglia di piante sempreverdi dotati di lattice. La sua peculiare resistenza gli permette di adattarsi a terreni aridi tipici del Marocco, arrivando a crescere fino a 10m di altezza e di raggiugere i 200 anni di età.

Gli alberi di Argan ancora oggi sono considerati e “venerati” come simboli di vita, tanto che il “Targante Nchick”, che significa albero del saggio, viene festeggiato ogni anno in quanto ritenuto l’albero di Argan più vecchio in assoluto. La fama di “Albero della vita” è dovuta non solo alle sue grandi capacità di adattamento ma anche al prezioso olio che si ricava da questa pianta (Argan significa proprio “Olio”).

I frutti prodotti da questa pianta, di color giallo-bruna, contengono un “noce” la quale è il vero tesoro che questa pianta nasconde: al suo interno si possono trovare fino a tre semi, chiamati “mandorle di Argan”, dai quali si ricava il famosissimo olio. Principalmente esistono due tipi di olio di Argan, quello alimentare e quello cosmetico, la sostanziale differenza tra i due risiede nella tostatura dei noccioli effettuata prima dell’uso.

L’olio di Argan

L’olio alimentare, che si ottiene tostando i noccioli, è un olio scuro molto nutriente usato in moltissimi alimenti tradizionali come ad esempio “l’amlu”.

L’olio cosmetico, ottenuto invece non tostando i noccioli, è un olio più chiaro che possiede numerosi benefici per la pelle e i capelli.  E’ ben nota la sua efficacia contro gli eczemi, in caso di disidratazione cutanea, contro l’invecchiamento cutaneo e per contrastare la caduta dei capelli.

Noi di HAZE Cosmetics utilizziamo l’Olio di Argan nelle nostre preparazioni della linea Doni del Mare per Viso e Corpo: aiuta a mantenere una buona idratazione e dona un sorprendente effetto vellutato alla pelle.

Nel 1988 l’UNESCO ha decretato una zona di 830 000 ettari come locazione naturale delle “foreste di Argania” dichiarandola “Riserva della Biosfera” e rendendo nel 98 l’albero di Argan patrimonio mondiale dell’umanità.

La raccolta dell’Olio di Argan può avvenire sia in modo manuale che in modo meccanico, spesso però si preferisce il metodo “tradizionale”, a mano, sia perché in questo modo si mantengono inalterate tutte le sostanze naturali contenute nell’olio, sia perché la raccolta da lavoro a centinaia di donne del Sud Marocco, dalle più giovani alle più anziane.

Rispondi