Blue Lights: effetti sulla pelle e cosmetici anti luci blu

I fattori che contribuiscono all’invecchiamento della pelle sono molteplici, andiamo da un’alimentazione scorretta, all’inquinamento  fino al fumo. Ma tra i fattori che sicuramente impattano in modo maggiore sull’invecchiamento delle cellule epiteliali, troviamo le radiazioni del sole.

Queste sono ricche di energia e quando agiscono sulle cellule iniziano a generare radicali liberi dell’ossigeno, ovvero delle molecole molto reattive in grado di danneggiare la cellula e il DNA; dopo un’esposizione prolungata il risultato è la morte delle cellule e una perdita di vitalità del tessuto, che visivamente si mostra come una pelle più vecchia, meno sana, segnata e poco resistente.

Non a caso si diffondono sempre di più prodotti antiage implementati con protezioni solari contro UVA e UVB e raccomandiamo sempre di prendere il sole con la protezione solare per limitare i danni alla pelle.

Studi recenti hanno evidenziato gli effetti di un’altra categoria di radiazioni, ovvero le BLUE LIGHTS, che si differenziano dalle radiazioni UVA e UVB perché sono visibili e assumono un colore blu-viola.

Sono sempre emesse dal sole ed, oltre che essere la causa del “perché il cielo è azzurro”, le blue lights hanno diversi effetti sul nostro organismo: contribuiscono a regolare il ritmo circadiano e interferiscono con la produzione di ormoni.

Gli schermi dei nostri PC e Smartphone emettono delle basse dosi di blue lights, per questo motivo si consiglia di non utilizzare il telefono prima di andare a dormire, perché influisce sul ritmo circadiano del nostro corpo e delle nostre cellule.

Una delle caratteristiche più insidiose delle Blue Lights è il fatto che sono in grado di penetrare negli strati più profondi dell’epidermide, arrivano fino alle ossa; in particolare interagiscono con le cellule che producono attivamente il collagene e l’elastina, con il rischio di incorrere in una pelle più rugosa e cedevole.

Inoltre, come racconta il Dr Nadine Pernodet, del team di ricerca di Estée Lauder, le Blue Lights influiscono sul ritmo notte-giorno delle singole cellule: l’esposizione a schermi nelle ore notturne rischia di scombussolare l’orologio della nostra pelle, che crede di essere sempre sveglia e attiva, rinunciando così alle ore di buio in cui vengono messi in atto importanti meccanismi di riparo.

Mantenendo fede alla nostra filosofia di sviluppare ogni giorno prodotti sempre all’avanguardia, noi di HAZE Cosmetics abbiamo sviluppato tre protezioni solari in grado di offrire un’ottima schermatura contro le Blue Lights.

Scopri di più sui nostri prodotti.

Rispondi